thesia_logo2013-02.jpg

1/9

realdon

Rinnovamento di una villa liberty risalente agli inizi del XX secolo, che si è rivelato un attento lavoro di indagine storica e di consolidamento strutturale. Una caratteristica molto importante del progetto è l'intervento su una superfezione di dopoguerra, dove il nuovo layout ha richiesto una cucina da collocare accanto ad una sala da pranzo esistente che presenta un vecchio pavimento in legno che è stato accuratamente restaurato.
Un nuovo luogo fieristico concreto ha sostituito quello esistente, che ha perso il rivestimento in marmo deteriorò il suo aspetto irrimediabilmente. I rivestimenti in legno a parete di 8 metri di lunghezza dovevano essere completamente rimossi e il progetto si rivolgeva qui per un restyle totale: una parete è stata decorata con affreschi di linee orizzontali (realizzate con pigmenti colorati applicati attraverso una serie di corde), mentre l'altra presentata una finitura in gesso veneziano e una scultura in vetro di Murano di Venini.
Il pavimento dell'ingresso (profondamente danneggiato dalla presenza di un serbatoio di petrolio sotterraneo) è stato ripristinato attraverso un marmo "Portogallo rosa" applicato con una geometria tale da continuare la camminata in scala.