thesia_logo2013-02.jpg

1/8

borio

Si tratta della ristrutturazione di una casa privata degli anni ’20-‘30 di ca. mq 220, disposti su tre piani e circondata da un piccolo giardino di ca. 250mq, situata all’interno delle mura della città di Ferrara (Emilia-Romagna- It).
La casa, acquistata da una coppia giovane con un figlio piccolo, presentava l’impianto distributivo classico di quegli anni: due piani fuori terra ed un piano interrato adibito a cantina e servizi con una zona ingresso sulla quale si aprivano due stanze e un bagno per ogni piano.
Il desiderio dei proprietari era quello di avere degli spazi più ampi e dare maggior respiro alla zona living.
L’intervento progettuale pertanto ha avuto come obiettivo primario l’aumento degli spazi del living con l’abbattimento di un muro portante, sostituito da una trave in ferro, che ha dovuto prevedere anche il rispetto delle normative della zona sismica. Si è creato così una zona living open-space a piano terra.
La vecchia scala in graniglia,incassata tra i muri e quindi non recuperabile, è stata sostituita con una nuova scala dalla struttura in ferro e scalini in legno.
Per aumentare la luminosità e la sensazione di ampiezza, sono stati usati materiali chiari: legno di larice a pavimento e pareti in grassello di calce bianco lucido.